La storia del DDL 1930 “A tutela degli animali”, frutto di una campagna animalista fuorviante


Da qui è nato il mio percorso che ha portato al famoso articolo sulla LAV.
Quest’ articolo merita assolutamente di essere letto!

The Lightblue Ribbon

E’ di poco più di dieci anni fa la legge-vergogna della Lega Anti Vivisezione, che raccolse firme e soldi per un DDL lontano anni luce dalle richieste dei cittadini…

LAV Dieci anni fa, stand come questo pullulavano in varie piazze d’Italia.

Lanciare una raccolta firme per una cosa e sfruttare i consensi per fare anche e soprattutto altro, mandando l’onestà e il rispetto della democrazia a farsi benedire: è quello che è accaduto poco più di un decennio fa in un’Italia in cui la cultura animalista e vegan stava iniziando ad imporsi sul serio. La LAV (Lega Anti Vivisezione), associazione animalista di punta nel panorama italiano e capace di interfacciarsi con associazioni analoghe di altri paesi d’Europa, lanciò una campagna di raccolta firme contro i combattimenti clandestini tra cani, attività clandestina di dubbio gusto e di dubbia moralità, e una vera e propria miniera d’oro per le organizzazioni mafiose

View original post 3.485 altre parole

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...